A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –  

Red Sky – Solo Musica a Riempirmi gli Occhi

Tracklist:

01. Cadono giù (freestyle n.1)
02. Finché morte non ci separi
03. Il flauto
04. Il prezzo
05. Neve (feat. Martina Ambruosi)
06. Stelle

Quello che Red Sky, misterioso chitarrista che appare solo col viso nascosto da una maschera da clown, propone è un lavoro che con un po’ di fantasia si potrebbe definire un incrocio tra metal/goth e hip hop (nella sua accezione più violenta e vicina al metal). Il suo grande merito però sta nel riuscire ad unire e miscelare questi generi in maniera decisamente innovativa e raramente sentita in precedenza, tanto da rendere questo EP un lavoro estremamente interessante anche per chi non è interessato ai generi in questione. Per certi versi si potrebbe dire che un esperimento del genere era stato provato in precedenza da Metal Carter, ma in realtà tra i due c’è un abisso, a partire dalle liriche, più oscure ed ermetiche quelle del primo, più dirette e veraci quelle del secondo, fino ad arrivare alla composizione delle basi, che mettono in evidenza le origini rap del membro dei truceklan in netto contrasto con le evidenti origini metal/goth di Red Sky.

L’avvio del disco è adrenalinico: "Cadono giù" è praticamente un pezzo strumentale con la chitarra, assoluta protagonista, che si lancia in un lungo assolo. Al contrario "Il flauto", forse il pezzo più interessante dell’album, è quello che maggiormente si ricollega allo stile rap, con i vari scratch molto più presenti qua che nel resto del disco. Dopo un breve intervallo ("Il prezzo") arriva la collaborazione con la cantante degli Ideogram Martina Ambruosi, impressionante per le sue capacità vocali. Il disco si conclude con "Stelle", un lento più elettronico, ripetitivo e martellante rispetto ai precedenti.

Sul suo sito Red Sky si offre di inviare gratuitamente la propria discografia previo registrazione, vista la qualità del lavoro e il sapore di novità che questo EP porta con se noi non possiamo che consigliarvi almeno un ascolto.

Recensore: Pucc

Autore:

staff