Cinzella Festival_dal 15 al 17 agosto a Taranto –   Gli A Place To Bury Strangers annunciano il nuovo album “Synthesizer” e il nuovo singolo / video “Disgust” –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   Cinzella Festival_dal 15 al 17 agosto a Taranto –   Gli A Place To Bury Strangers annunciano il nuovo album “Synthesizer” e il nuovo singolo / video “Disgust” –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –  

Live Report Timber Timbre

Timber Timbre Live @ CarroPonte (Milano)

02 – 07 – 2015

Il, già di per sé notevole, programma 2015 del CarroPonte ci regala quella che entra di diritto tra le sue migliori serate di questa stagione estiva. Caldo, umidità e scenario post-industriale costituiscono per una sera la cornice perfetta per le sonorità acide di Timber Timbre. Taylor Kirk, camicia rosso-garibaldino, e compagni ci proiettano direttamente in quello che potrebbe essere uno swamp di uno stato a caso tra Albama, Louisiana e Mississippi. Ci influenzerà forse l’elevato ricorso ai brani dei canadesi che si è fatto in varie serie tv di successo (Walking Dead e Breaking Bad) ma siamo naturalmente portati a vivere lo show proprio come una colonna sonora che accompagna disavventure di personaggi consumati che vivono sul confine delle semplici definizioni buono/cattivo. Rispetto a quanto ascoltato su disco, i brani risultano particolarmente scarnificati, evidenziando così ancor di più le radici blues e soul della band. La timbrica vocale di Taylor Kirk risalta in maniera lucida e ammaliante, capace com’è di rapire l’ascoltatore e trascinarlo nel suo immaginario fatto di sofferenza, seduzione e desiderio. Buona parte del concerto è imperniata sull’ultimo lavoro, Hot Dreams, ma non mancano i rimandi al precedente Creep On Creepin’ On, disco che ha regalato ai Timber Timbre il riconoscimento internazionale. Una serata notevole e capace di segnare un taglio netto rispetto alla media degli show attuali. Classe, eleganza e poesia dànno vita a quello che potremmo definire un rituale in celluloide di cui tutti vorremmo sentirci protagonisti.

Live Report a cura di Captain Eloi

Riferimenti: http://www.timbertimbre.com/ http://www.dnaconcerti.com/http://www.carroponte.org/

Autore:

Alessandra Sandroni