Intervista Trivium

Intervistiamo Matt Heafy (voce e chitarra) dei Trivium poco dopo la loro splendida esibizione al Gods of Metal 2012

Ciao Matt! Benvenuto a Ondalternativa! Siamo molto contenti di averti qua per fare 4 chiacchiere. Cosa ci dici della vostra esibizione di oggi? Ti è piaciuta? E cosa pensi di questo festival?
Ciao a voi e grazie dei complimenti! Abbiamo suonato in maniera massiccia oggi; la cosa strana è lo sbarramento tra i fan (il famigerato "pit" NdMeskio), che sembra relegare i fan più folli e coinvolti lontani dal palco; comunque questa zona sarebbe da eliminare, vista anche l’esiguità si persone che c’erano, per poter essere tutti insieme. A parte ciò un gran festival, direi.

Penso che i fan italiani vi amino: a discapito della vostra giovane età avete già un gran seguito qui da noi. Forse perchè date sempre e comunque il 110% quando suonate, in ogni posto e davanti a 3 come a 3.000 persone.
Probabilmente deriva dal fatto che molte bands arrivano sul posto del concerto e cominciano a dire "Che schifo questo posto, il cibo fa schifo, odio stare in tour" e tante altre cose simili: noi pensiamo di fare il mestiere più "cool" del mondo ed essere fortunati; mettiamo ogni atomo di noi stessi in questa vita e in ogni concerto, per noi e per chi viene a vederci, siano essi 50 o 50.000. D’altronde abbiamo iniziato in posti piccoli, con poca gente, ma magari molti di questi continuano a venire a vederci e questo è fantastico. Facciamo ciò che amiamo e vogliamo che la gente condivida con noi questo amore.

Matt, penso che la gente lo senta davvero nel vostro caso.
"Awesome. Grazie (in perfetto italiano…NdM)"

Qual è il posto più strano in cui avete suonato?
Direi che sia fantastico suonare ad Istanbul per la prima volta; sono sempre stato affascinato dalla Turchia e ho passato un periodo di tempo fantastico lì: 2 giorni con amici dedicati a fare il turista e a mangiare, ogni cosa proposta dalle bancarelle e dai ristoranti. La gente e il cibo sono fantastici lì. Devi sapere che ho un blog di cucina e sono appassionato di queste cose. Faremo la stessa cosa qui in Italia nei prossimi giorni; siamo andati a un ristorante, per farci un "aperitivo"…Fantastico!

Cosa ci puoi raccontare del vostro ultimo CD "In waves", uscito già qualche mese fa?
Probabilmente è la presentazione migliore per un ascoltatore che non ci conosce. Siamo perfezionisti, passiamo mesi su un album nuovo per curare ogni più piccola sfaccettatura e alla fine siamo soddisfatti. Non puoi avere indicazioni su cosa c’è nei nostri prodotti perchè vogliamo che la gente si faccia trascinare e pensi alla musica e ai testi come più gli piace, associando ciò che vuole. E’ anche il bello dei Trivium, perchè persino noi stessi non sappiamo cosa aspettarci da un CD che stiamo preparando.

Forse il vostro ultimo CD è più "organico", passami il termine. Organico come il fatto che ripropone la stessa energia live dei vostri concerti e non succede di certo per tutti i CD e per tutti i gruppi al giorno d’oggi.
Grazie. Questo è importante e lo stiamo vedendo anche oggi… OK, i giorni scazzati capitano a tutti ma, man, questo è il tuo lavoro, dovresti essere contento di farlo e dare sempre il meglio!

Riuscite a comporre in tour oppure lasciate questa operazione per quando siete più rilassati, a casa?
E’ diverso per ogni disco, non c’è una regola. Per esempio, per il prossimo disco abbiamo già composto un paio di pezzi in tour. L’unica regola che vale per me è scrivere quando senti l’ispirazione, in qualunque momento: se scrivi e non ce l’hai, il più delle volte la gente se ne accorge, quindi devi sfruttarla. E parlo anche, come dicevamo prima, della performance on stage: se non è ispirata la gente fatica a ingranare ed entrare nel mood giusto! E noi vogliamo sempre dare il meglio, siamo ragazzi come i nostri fan, musicisti della working class.

Quali sono i CD che hai ascoltato di più negli ultimi tempi (Matt indossa una maglia dei Dark Throne…NdM)?
Ieri sera ascoltavo i Blut Aus Nord, Deathspell Omega, gli Opeth; musica tradizionale turca e fado (musica portoghese) negli ultimi tempi.

Quindi dovremo aspettarci qualcosa di etnico nel prossimo CD?
Non penso, ma non si sa mai (risate…)

Cosa aspetta nel futuro immediato i Trivium?

Per il resto dell’anno saremo in tour… Torneremo in Italia in autunno per un tour come headliners, con Caliban, As I Lat Dying e Upon a Burning Body. Considera che quest’anno siamo in tour per 10 mesi… All’inizio del 2013 si parla di pre-produzione dell’album e in marzo dovrebbero partire le registrazioni per il lavoro che dovrebbe uscire nel 3°-4° trimestre.

Com’è stare in tour 10 mesi? Normale, stancante?
MI dispiace solo essere lontano dalla mia famiglia, ma è eccitante perchè posso vedere cose stupende e vivere per qualche momento come vive la gente dei posti in cui suoniamo… A volte sei nel bel mezzo del nulla e ti devi adattare, ma i fan, col loro calore, ti fanno sempre sentire bene. E poi i festival sono sempre belli e importanti per farti conoscere a persone che magari non verrebbero mai a un tuo concerto, solo per preconcetto, così come farebbero col tuo CD. Oggi secondo me un 60-70% delle persone qui non ci ha mai visto live.

OK, Matt! Grazie mille per l’intervista.
Grazie a te. Grazie a chi ci segue. Per chi non ci segue: ascoltate i nostri CD, venite a un nostro show e vi innamorerete della nostra musica…Spero!!! Ciao!


a cura di meskio

un ringraziamento ad Anna @ WMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *