Gli A Place To Bury Strangers annunciano il nuovo album “Synthesizer” e il nuovo singolo / video “Disgust” –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Gli A Place To Bury Strangers annunciano il nuovo album “Synthesizer” e il nuovo singolo / video “Disgust” –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –  

Welcome!Wonderland – N°1

I Welcome!Wonderland sono una band bresciana che ha esordito da pochissimo con il primo album, intitolato proprio “N°1”, disco di 8 brani in inglese, registrato presso gli studi di Indiebox Music Hall da Giovanni Bottoglia e Alessandro Fapanni, uscito in versione europea con Indiebox Music e in versione Deluxe in Giappone con Maxtreme Records.

Sembra una band da record, hanno già un pubblico piuttosto ampio sia ai concerti che sui canali social, i loro video sono in rotazione su MTV New Generation. Il loro genere è l’alternative rock, dalla loro parte non hanno solo il pubblico, ma anche la stampa indie che ha apprezzato il loro lavoro.
L’apertura è affidata a “Welcome” che introduce con dolcezza l’esplosione di rock rabbioso e pieno della band che inizia dalla seconda traccia “Waves”. Melodie piene e ritmo incalzante, la voce del cantante, Luca Rapuzzi, gli arrangiamenti, il sound e la costruzione dell’intero lavoro lascia trapelare la maturità di una band che sembra già padroneggiare tutti gli strumenti a disposizione, dall’immagine alla comunicazione, senza ovviamente mancare di talento e carattere.
I Welcome!Wonderland possono diventare una luce nel panorama nazionale e anche internazionale grazie alla loro capacità compositiva e alla capacità di gestione di questo improvviso e rapido successo. La scena indie italiana aveva sicuramente bisogno della carica di questa band, troppi gruppi con un rock annacquato, loro invece hanno sicuramente melodie che possono virare verso il pop, ma riescono anche a miscelare bene la potenza del rock duro.

Guardandoli e ascoltandoli non sembra assolutamente di essere in presenza di una band giovane all’esordio, già professionisti al primo lavoro, si può solo augurargli di continuare così, di sperimentare ancora di più, di non perdere la durezza e la potenza e di conquistare più palchi possibili con il loro sound.

01. Welcome
02. Waves
03. Istanbul
04. Alice
05. Wonderland
06. Wolf
07. Skin
08. The End

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

Autore:

staff