A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –  

Uragano – #2EP

Gli Uragano sono un trio post metal di origini Sanremesi, composto da Luca Mele, Francesco Genduso e Alekos Gullone. All’attivo hanno un EP autoprodotto, la partecipazione ad alcune compilation e due split. Hanno tirato le somme e dato alla luce il secondo EP, dal titolo #2EP di cinque brani carichissimi di rabbia e grinta.

Per questo lavoro hanno scelto di registrare presso l’Igloo Audio Factory di Andrea Sologni dei Gazebo Penguins, alla ricerca di un salto di qualità. Missione riuscita anche se già dai primi lavori la bravura e la qualità di questi ragazzi era piuttosto evidente.

Brani di media lunghezza (ad esclusione dei nove minuti di “Gabbiani”) e cattivi, veloci e duri. Il sound è internazionale e curato, è un lavoro di alto livello e che farà molto parlare della band anche se al momento non hanno ancora un gran seguito, serve solo maggiore spazio e questa band può fare molta strada.

La registrazione è stata fatta nella quasi totalità in presa diretta, forse per accentuare la bravura e lo screamo feroce e la potenza delle chitarre. I pezzi sono tutti particolari e distinguibili, particolarmente apprezzato “L’America” con alcuni cambi di intensità e velocità, con un ottimo lavoro di batteria.

L’EP si conclude con “Gabbiani”, il brano più lungo (oltre 9 minuti) e forse più particolare di questa produzione per via della intro. Il sound della band rimane lo stesso in tutti i brani, ma sono riusciti a caratterizzare ogni singolo pezzo con piccoli tocchi di talento e creatività.

Assolutamente un buon lavoro, si ascolta con piacere e senza noia.

Tracklist:

  1. Vomito
  2. Inferno
  3. Occhi
  4. L’America
  5. Gabbiani

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

Riferimenti: Profilo Bandcamp

Autore:

staff