A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –  

Luca Olivieri – La Saggezza delle Nuvole

Luca Olivieri è un compositore e musicista milanese giunto al terzo album, “La Saggezza delle Nuvole”, lavoro che arriva dopo molto anni rispetto alle precedenti uscite. Il disco si compone di 9 brani strumentali e 2 poesie. Per questa opera Luca Olivieri ha chiamato a collaborare molti personaggi importanti tra cui Caroline Lavelle, Sara Cosentino, Andrea Chimenti, Cesare Malfatti, Giorgio Li Calzi, Nicola Alesini giusto per citarne alcuni.

Non siete in presenza di un album da classifica, da radio o commerciale. Si tratta quasi di un viaggio evocativo, la sua musica accompagna un percorso mentale che si crea durante l’ascolto. Produzione curata, brani originali e distinti, ma che creano un unico filone. Il genere è un misto di esperienze, si avverte l’ambient, la psichedelia, l’elettronica, ma potreste sentire anche il post rock in questa produzione, è un vero e proprio flusso di generi e pensieri. L’ascolto scorre con piacevolezza, l’originalità della composizione vi farà gustare tutti i brani, ognuno con le sue caratteristiche e la sua anima.
Il limite che può nascere da questo lavoro è che non è un album da portare in concerto, non è mainstream o pop, sembra più adatto ad accompagnare mostre ed eventi esperienziali, il sottofondo per locali di un certo tipo, quelli che uniscono cultura al momento di relax. Limite … non proprio un limite, solo musica da ascoltare in modo diverso, con una predisposizione all’ascolto che lascia molto spazio alla mente e al pensiero libero. Quindi un limite che fa di questo disco qualcosa di prezioso, non per tutti i momenti della vita, ma per i migliori.

Ascoltare questo album non è semplicemente dare spazio e tempo alla musica, ma è anche dare spazio e tempo a se stessi. Cosa che succede sempre più raramente e con qualità sempre inferiore. Ecco, ascoltando questo disco troverete 42 minuti per voi e per i vostri pensieri. Concedetevi questi minuti di qualità, ve lo meritate.

01. Endless life
02. Orizzonte verticale
03. Varuna
04. Apprendista funambolo
05. Playing with colours
06. Oracle
07. Philophobia
08. Cerchio di vento
09. Substance

 

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

 

Recensioni a cura di: Valentina Ferrari

Autore:

staff