A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –  

KURU – Electric Kuru

Electric Kuru, una band che potrebbe essere chiamata la band dell’occasione mancata.

Come sempre ricevo il materiale della band e faccio un giro sul web alla ricerca di informazioni, praticamente di questi ragazzi non si trova nulla, tutte informazioni incomplete e profili social che non aiutano ad identificare il gruppo e il suo lavoro. Anche il press kit non aiuta. Un’unica canzone di cui è difficile rintracciare il nome, tante foto che riguardano la copertina e le versioni di questa produzione. Un unico brano della durata di 20 minuti. Posso solo dire “peccato”.

Peccato per la mancanza di tutte le informazioni, la band è difficile da rintracciare anche perché su ogni social adotta una variante del nome, Kuru viene associato a Electric, a Free, insomma, si crea un po’ di confusione nel pubblico. Kuru è il nome della band, poi ci sono le versioni social della band, declinate a seconda del sentimento e dell’umore.

Peccato perché questi 20 minuti sono molto buoni, musica elettronica e psichedelica dal gusto tribale, tanti strumenti classici come il sax che vengono inseriti alla perfezione in un ambiente moderno, l’uso del didgeridoo che non è facile da suonare e da contestualizzare in elettronico. Pochi lo usano e pochi lo conoscono, per andare sui musicisti famosi che suonano questo strumento bisogna arrivare a Xavier Rudd. I Kuru lo fanno bene, quello che manca a questi ragazzi è una promozione più spinta e più ordine e fluidità nelle informazioni che li riguardano.

Se escludo tutti i peccato che mi sono venuti in mente l’album è promosso alla grande, ma visto che non posso eliminarli dal giudizio complessivo mi attesto sulla sufficienza abbondante per gli Electric Kuru. Bravi e di talento, devono solo dare un paio di ritocchi a livello di comunicazione, perché per quanto riguarda la musica sono assolutamente di alto livello. Purtroppo i musicisti non possono essere fatti solo di ottima musica, i tempi moderni chiedono che l’artista abbia anche tutte le capacità di promuoversi al meglio.

Gli Electric Kuru possono veramente far molta strada, noi aspettiamo i prossimi lavori e li terremo d’occhio.

Tracklist

  1. S/Sided

 

 

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

 

 

Autore:

staff