A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –  

Hinds – Leave Me Alone

Le Hinds sono una band spagnola composta da sole ragazze che inizialmente suonavano sotto il nome di Deers, “Leave Me Alone” è il loro album d’esordio uscito l’8 gennaio 2016. Il sound proposto dal quartetto è un garage-pop solare ma in fondo malinconico caratterizzato da richiami al pop psichedelico britannico e americano degli anni ’60 con chitarre che rimandano quello che negli anni ’80 era definito  Jangle Pop, i testi infatti sono tutti cantati in lingua inglese.

Le ragazze hanno anche dichiarato l’influenza di gruppi moderni come The Pastels, The Vaccines e Mac DeMarco. Tutto l’album è pervaso da un’atmosfera rilassata e giocosa, le canzoni fanno pensare a quattro ragazze che si divertono a suonare in maniera giocosa con un certo livello di piacevole ingenuità, anche la scarsa abilità strumentale  della band contribuisce a costruire un mondo di sogni quasi infantile ma più che mai spontaneo: le voci delle due chitarriste Carlotta Cosials e Ana Garcia Perrote non vanno quasi mai allo stesso tempo e i bicordi che queste costruiscono sono per lo più unisoni o ottave (la stessa cosa che farebbero due ragazzine che stanno cantando allegramente la stessa canzone probabilmente) e in generale i suoni dell’album, soprattutto le già citate chitarre sono molto Lo-fi, poco curati, fatti per chi ha voglia di suonare e basta. Non c’è una ricerca dunque da parte delle spagnole ma la voglia di esprimere sè stesse con la musica semplicemente divertendosi.

Non manca però un certo orecchio per le melodie pop orecchiabili e solari (“Garden”, “Warts”, “Chili Town”) ma anche ballad malinconiche come “And i Will Send You Flowers Back” e la strumentale “Solar Gap” (vera perla del disco). “Leave Me Alone” è un album piacevole e leggero che si lascia ascoltare senza fatica (pur risultando facilmente ridondante) grazie al senso di innocenza infantile che manca ai musicisti più seriosi che hanno dimenticato quanto è bello suonare e cantare in allegria.

01. Garden
02. Fat Calmed Kiddos
03. Warts
04. Easy
05. Castigadas En El Granero
06. Solar Gap
07. Chili Town
08. Bamboo
09. San Diego
10. And I Will Send You Flowers Back
11. I’ll Be Your Man
12. Walking Home

Recensione a cura di: Cornelius

Autore:

staff