“Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –   Post Malone, pubblicato il nuovo singolo “Pour Me A Drink” feat. Blake Shelton –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –   Post Malone, pubblicato il nuovo singolo “Pour Me A Drink” feat. Blake Shelton –  

Dirty Smiles – Pressures

Tracklist:

01. Intro
02. Pressures
03. Maybe
04. Bad companies
05. La mia strada
06. Interlude
07. Avenue
08. Cuori freddi e teste calde
09. Today
10. Anywhere

Beata gioventù, quella che ti permette di muoverti liberamente in ogni ambito sonoro senza alcuna remora, che si tende a dar vita a ogni idea che balza al cervello senza troppe preoccupazioni. Questo è il mood dei Dirty Smiles e del loro esordio “Pressures”, un album sincero e che nel suo essere forse un tantino acerbo mostra tutta la sua forza.

Nove canzoni di alternative rock di ultima generazione, dove gente come Foo Fighters e Nickelback hanno in qualche modo detto la loro sul DNA del gruppo ma che riescono a godere di propria luce nonostante tutto. Sono giovani coraggiosi i Dirty Smiles, che non amano fermarsi al classico compitino andando a percorrere anche strade impervie, come quelle del rock all’italiana con ben due brani in madrelingua, “La mia strada” e “Cuori freddi e teste calde”. Esempi lampanti di quanto detto inizialmente, ci troviamo di fronte a un progetto che potremmo definire “nuovo” e che proprio per questo non ha alcun timore di mostrare ogni lato di sé stesso.

Detto ciò, meglio sicuramente il loro lato brit, molto più d’impatto e adatto a musicisti che hanno una spiccata dote, quella di scrivere canzoni orecchiabili. “Maybe”, “Today” e “Bad companies” sono tre ottimi esempi delle potenzialità dei Dirty Smiles, la cui unica pecca potrebbe essere quella di non aver dato molta importanza alla produzione dei suoni, che oserei definire deboli all’ascolto. Ciò nonostante stiamo parlando di un debutto più che positivo destinato a un ascoltatore giovane e attento.


Recensore: Golem

Autore:

staff