A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –  

Intervista Marvin-H

Con “Hica” i Marvin-H hanno dimostrato come gli sforzi fatti alla lunga portino a buoni risultati. Anni di gavetta e tanta voglia di emergere hanno spinto questa band fino ai giorni nostri, con un alternative rock piacevole e dal giusto taglio radiofonico.

I Marvin H sono una band che possiamo dire abbia fatto la sua sudata gavetta, tra concorsi, live e sala prove. Siete d’accordo con questa mia considerazione e quanto è stato importante fare i passi con i giusti tempi secondo voi?

La sudata gavetta non finirà mai, perché avremo sempre opportunità per crescere musicalmente e individualmente. I tempi giusti sono importanti per essere soddisfatti del lavoro che si fa uscire.

Vi siete confrontati live con nomi come Caparezza e Tre Allegri Ragazzi Morti. Cosa vi ha colpito maggiormente di questi due nomi?

La serietà professionale e la disponibilità.

Arriviamo al nuovo EP, “Hica”. Prima curiosità: a cosa si riferisce il titolo?

È l’acronimo di “Here It Comes Again”. Un io interno a ognuno di noi che si manifesta ogni volta che suoniamo.

Brani come “Candescence” e “Casting Shadows” sono esempi di come abbiate interpretato l’alternative rock, ossia in maniera efficace e se vogliamo radio oriented. Volete parlarci di questi due brani e di come nascono le vostre canzoni?

“Candescence” è un brano orientato a dare una carica energica all’ascoltatore. “Casting shadows” è stato il primo brano che abbiamo registrato e di cui abbiamo fatto il videoclip. In generale le nostre canzoni nascono in sala prove, sviluppando le idee che portiamo.

In una band come i Marvin-H qual è l’aspetto a cui tenete maggiormente?

L’accuratezza della parti che compongono ogni brano. Dobbiamo essere completamente soddisfatti prima di dire che abbiamo completato una nuova canzone.

Cosa dobbiamo sapere su di voi che ancora non è stato detto?

Che siamo giovani, che abbiamo voglia di suonare e di far conoscere la nostra musica il più possibile.

Quali band citereste nelle vostre influenze?

Incubus, Paramore, Foo Fighters, Circa Survive e ogni volta se ne aggiunge una nuova.

La produzione è sicuramente un punto a favore di “Hica”. Chi si è occupato dei suoni e vi ritenete pienamente soddisfatti del risultato ottenuto?

I suoni sono frutto delle mani e orecchie esperte di Andrea Fusini da cui abbiamo registrato, unite ai nostri desideri di suono che volevamo raggiungere. Siamo certamente soddisfatti del lavoro svolto.

Parliamo di live. Come procedono le cose? State lavorando su un tour attualmente?

Ci siamo appoggiati a This Is Core per quanto riguarda la parte live. Abbiamo in programma un mini-tour da settembre a dicembre che toccherà le principali città del nord Italia.

Come sono le canzoni dell’EP in sede live? Subiscono una trasformazione?

Nei primi live abbiamo tenuto le canzoni come le abbiamo registrate poiché volevamo che le persone le ascoltassero come le avevano già ascoltate nell’EP, in modo che le riconoscessero, ma sicuramente nei live futuri aggiungeremo variazioni in alcune.

Cosa state ascoltando in questo periodo?

Di tutto e un po’. Siamo sempre alla ricerca di cose nuove.

A quando un videoclip?

Il prima possibile.

E a quando il disco d’esordio?

Per quello ci vorrà più tempo, ma speriamo di essere soddisfatti dei nuovi lavori che verranno in tempi non troppo lunghi.

A voi le ultime parole!

Speriamo di incontrarvi presto ai nostri concerti e siamo curiosi di conoscere le vostre opinioni sull’EP, quindi scriveteci e seguiteci sulla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle novità. “Who’s Marv? You’ll find out”

 

A cura di Di Golem

Autore:

Alessandra Sandroni