Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –  

Fijuka – Use My Soap

Le Fijuka sono un gruppo pop nato nel 2011, le ragazze si sono conosciute durante un workshop tutto al femminile e hanno dato vita a questo gruppo. All’attivo hanno già un EP e un album, ora presentano il loro secondo lavoro completo, “Use My Soap”, composto da 8 canzoni.

Sound anni 80, tastiere e melodie orecchiabili, anche la loro immagine è leggermente vintage. Belle voci e brani diretti e facili da ricordare, l’intero album si ascolta volentieri per la sua semplicità e varietà compositiva pur mantenendo uno stile ben preciso che le contraddistingue.
Questo genere musicale non è sicuramente tra i miei preferiti però le Fijuka sanno quello che fanno e lo fanno bene, magari non avranno una larghissima diffusione perché bisogna amare il retrogusto del passato che emerge dalle loro canzoni, ma complessivamente sono riuscite a costruire un buon album, gradevole e pop al punto giusto da essere apprezzato in generale.
Brani più ritmati si alternano a brani più dolci e intensi come “What The Eye Doesn’t See” soddisfacendo così le varie preferenze del pubblico pop. Molto particolare il brano “Ca Ca Caravan”, traina bene il resto dell’album per la sua costruzione originale. Fa seguito “Use My Soap”, brano altrettanto particolare e piacevole da ascoltare.

Promosse per aver utilizzato un genere commerciale, il pop, avendolo però riadattato, modernizzato e costruito con tocchi di originalità. Buono anche il sound vintage da cui partono perché è stato rinfrescato in modo gradevole.

01. Dark Day
02. Cold Brat
03. What The Eye Doesn’t See
04. No One Gets Anything From Me (For Free) Pt. I
05. Ca Ca Caravan
06. Use My Soap
07. Donna
08. No One Gets Anything From Me (For Free) Pt. II

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

Autore:

staff