“Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –   Post Malone, pubblicato il nuovo singolo “Pour Me A Drink” feat. Blake Shelton –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –   Post Malone, pubblicato il nuovo singolo “Pour Me A Drink” feat. Blake Shelton –  

Beergasm – Cancer Society

Nata dalle ceneri degli Scythe, i Beergasm sono una band di Forlì-Cesena che ripropongono con la nuova formazione quelli che erano i brani della vecchia band. Un Ep di quattro tracce Cancer Society che con il suo ThrashMetal con influenze Death propone un’infarinatura di band già note alla scena musicale come Iron Maiden, per le sonorità ruvide e crude di brani come “Lotus Bloom”, “The Killer” e “Succubus” mentre la voce chiara e squillante di Molinari da un’impronta più Helloween a tutto il lavoro. Sono proprio queste tre tracce che danno l’impressione che la band di recente formazione (2013) sia ancora acerba come sound e che dunque dovrebbe lavorare un po’ di più sulla tecnica, mentre per la parte relativa ai testi i Beergasm hanno concetti chiari e tosti si parla infatti di interrogativi sulla purezza dell’uomo, eguagliando il soldato in guerra al bocciolo di loto “Lotus Bloom”, passando all’ossesione di un Killer per i suoi omicidi in “The Killer” e di un amore nato a causa di una succube “Succubus” dove si possono avvertire chiari riferimenti Grunge durante il brano. Abbiamo lasciato per ultimo la traccia che chiude questo EP perchè pensiamo che la band dovrebbe ripartire da questa, infatti lo spessore tecnico si delinea in qualcosa di tecnicamente piacevole all’ascolto “The Work Makes Death” con riferimenti all’olocausto. Una traccia buona su tre è poco ma vista la giovane età e la recente formazione, lasciamo ai Beergasm, la possibilità di “rifarsi” con il prossimo lavoro magari più maturo e un po’ più originale.

Recensione a cura di: Madness

Tracklist:

  1. Lotus Bloom
  2. The Killer
  3. Succubus
  4. The Work Makes Death

 

Riferimenti: https://www.facebook.com/BEERGASMOFFICIAL

Autore:

staff