Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –  

Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024

Dopo la straordinaria serata di preview che si è tenuta giovedì 20 giugno nella Rocca Medievale di Castiglione del Lago (PG) con la band scozzese Arab Strap, il LARS ROCK FEST 2024 apre ufficialmente i battenti da venerdì 5 a domenica 7 luglio nei Giardini Pubblici di Chiusi (SI) con ingresso gratuito, confermandosi una delle rassegne più valide e coraggiose della scena indipendente italiana e non solo.

Il festival si aprirà venerdì 5 luglio con il duo fiorentino The Stand, fra breakcore e punk hardcore, progetto che conferma e consolida la partnership con il Rock Contest di Controradio
A seguire i due headliner: Crocodiles, il duo californiano con inni punk-pop, garage-rock mutante, fuzz-pop contagioso, brani ballabili, ma anche death-rock hardcore, e gli inglesi Benefits, con il loro noise brutale e travolgente, il cui sound furioso ha fatto loro guadagnare col passaparola quel seguito che la maggior parte degli artisti può solo sognare.

Sabato si parte di buon ora con la matinée, nella città vecchia di Chiusi, di Any Other, il progetto principale di Adele Altro, polistrumentista e produttrice con base a Milano, già attiva da parecchi anni nella scena musicale italiana e internazionale. 
In serata ci trasferiamo nuovamente ai Giardini Pubblici per l’apertura dei Flame Parade, al Lars Rock Fest per presentare le 10 tracce dell’ultimo album “Cannibal Dreams” e le atmosfere oniriche, liquide e dilatate delle sue sonorità dream-pop. A seguire l’esplosiva performance del quintetto di Brighton DITZ, che torna in Italia con il suo sound abrasivo e contagioso dopo aver aperto le date europee del recente tour degli IDLES. In chiusura di serata sarà la volta degli headliner irlandesi Gilla Band, quartetto di Dublino che rifugge l’essere classificato in un singolo genere: chitarre noise-rock incalzanti, pesanti ritmi di batteria ipnotica, voce sofferente abbinata a testi arguti e spesso surrealisti del frontman Dara Kiely.

Spetterà agli Psychè aprire la giornata conclusiva di domenica 7 luglio, un progetto nato dalla recente collaborazione tra Marcello Giannini (Nu Genea Live Band, Guru, La Famiglia), Andrea De Fazio (Parbleu Tropico, Nu Genea Live Band, funky machine) e Paolo Petrella (La scimmia records, fratelli Malibu, Bassolino) a cui si è aggiunto Roberto Porzio (Parbleu, 24 grana, funky machine) ai synth.
Chiuderà in bellezza l’undicesima edizione il musicista californiano Fantastic Negrito, recentemente tornato con “Grandfather Courage”, versione acustica dell’acclamato quarto album in studio “White Jesus Black Problems” (Storefront Records, 2022) con cui ha ricevuto una nomination ai Grammy Awards 2023 nella categoria Best American Roots Performance per il singolo “Oh Betty”.

Autore:

Francesca Mastracci