Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –  

Vi presentiamo i Frank Dd & Friends

FRANK Dd & Friends

Il primo album dei Frank Dd & Friends è una miscela variegata di gusti musicali che rispecchiano il background eterogeneo degli otto musicisti della band, che trovano come punto d’incontro la ritmica in levare. Influenze soul, reggae ed a tratti anche rock si uniscono a testi in tipico stile cantautoriale italiano. “Dannata Dimensione” è un disco piacevolissimo e la definizione che la band stessa usa per la loro musica (“pop in levare”) calza a pennello.

Ciao!! Presentati/tevi. Da dove venite, chi siete?

Ciao, siamo Frank Dd & Friends una band Toscana di 7 elementi nata da circa due anni che propone una fusione tra le sonorità della “black music” e il tipico stile cantautoriale italiano ; genere che amiamo scherzosamente definire “Pop in levare”.

Quale e’ l’artista che maggiormente vi ha inspirati? Sapreste consigliare un lavoro uscito negli ultimi 5 anni che ritevene veramente degno di nota? perche’?

Non abbiamo un particolare artista di riferimento; questo fatto è principalmente dovuto al differente background musicale dei singoli musicisti della band, che spazia dal soul al reggae, dal prog anni 70 al rock moderno. Un lavoro per noi degno di nota negli ultimi 5 anni è l’album “Il punto di partenza” degli Africa Unite, una band che stimiamo molto poiché continua (pur andando avanti negli anni) a sperimentare, mantenendo i testi in lingua italiana e un forte attaccamento alle nostre radici. Abbiamo anche avuto la possibilità di conoscerli di persona in occasione dell’ ”Urban eco festival” aprendo il loro concerto e condividere con loro il backstage è stata per noi una fantastica esperienza.

Parlateci un pochino del vostro ultimo lavoro. Come e’ nato?

Il nostro ultimo album “Dannata Dimensione” è nato con l’idea di far arrivare a più orecchi possibili il nostro messaggio e la nostra musica. E’ il frutto di una profonda riflessione e introspezione dei membri della band, che ha portato alla luce un ensemble di brani eterogenei ma tutti legati dal filo conduttore della mente di Frank Dd che gli ha dato vita.

Quale e’ l’artista piu’ sopravvalutato e quello piu’ sottovalutato sulla scena musicale italiana e non e perche’?

Essendo la musica una cosa molto soggettiva secondo noi non esistono artisti sopravvalutati o sottovalutati, ma esiste solo la meritocrazia in funzione degli obbiettivi preposti.

Progetti per il futuro?

Tra i principali progetti per il nostro futuro abbiamo quello di andare in giro per l’Italia con il nostro spettacolo organizzando un tour promozionale in vista dell’uscita del nostro album il 19 marzo. Al termine della stagione estiva ci “rinchiuderemo” nuovamente nel nostro studio per dare concretezza alle nostre ultime idee creando un nuovo album.

 

 

photo copyright Benedetta Taddei

Autore:

Alessandra Sandroni