A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –  

Natas Loves You – Skip Stones EP

I Natas Loves You sono una band di origine mista, Parigi, Helsinki, Lussemburgo, anno di nascita 2009, cantano in inglese e hanno presentato il loro EP “Skip Stones”, composto da 4 brani di un genere non facile da definire, ma con un gusto che arriva dal passato rivisitato in versione fresca e attuale. E’ un misto tra electro wave in chiave indie rock più moderno con uno sguardo al pop che riecheggia nei coretti e in alcuni arrangiamenti. Hanno già all’attivo un altro EP e un album.

Come da prassi non posso esimermi dal ricordare che i ragazzi hanno la passione per i giochi di parole e che Natas è Satan al contrario, ovviamente niente a che vedere con la loro produzione artistica. Il nome richiama anche la parola budino in spagnolo.

Non è sicuramente una band per tutti, il loro sound è decisamente particolare, ma il richiamo indie – alternative è molto forte e in questo momento in Italia è il genere che va per la maggiore tra chi non ha più un gusto musicale ben definito. Potrebbero quindi piacere a molti.

Disco pulito, curato e che suona bene, 4 brani particolari che ben definiscono l’anima internazionale del gruppo, nel complesso livello alto e buon lavoro, ma che mi ha lasciato abbastanza indifferente. Buoni brani, ma che non colpiscono particolarmente, probabilmente è anche un genere difficile da interpretare correttamente e che ha bisogno di maggior attenzione.

 

Tracklist:

  1. Natas Loves You
  2. Go or Linger
  3. Zeppelins
  4. Scarlett Brown

 

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

 

Riferimenti: Natas Loves You Facebook Profile

Autore:

staff