A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –  

Manitu – Raw

I Manitu sono una band alternative rock svizzera, hanno presentato il loro album, “Raw”, composto da 10 tracce. Il rock emerge tutto dalla loro produzione, molto ben riuscito il contrasto tra la durezza del sound e la pulizia e bellezza della voce della cantante.

Le tracce scorrono alternando momenti di alti e bassi, alcuni pezzi risultano molto convincenti e potenti, altri invece passano senza lasciare il segno. Questa alternanza si riscontra anche all’interno degli stessi singoli brani. Complessivamente è un album ben prodotto, curato, con un buon sound e una buona anima, ma gli effetti positivi vengono smorzati da momenti in cui l’alternative si impadronisce della band, annacquando gli ottimi spunti che si possono sentire.
Un aspetto positivo di questo lavoro è che alcune canzoni emergono molto bene, come “Figure It Out”, “Blind”, “Rise” e “Come Clean”. Sono quelle che maggiormente lasciano trapelare l’anima e il messaggio dei Manitu. Il potenziale della band non traspare appieno da queste 10 canzoni, ne danno però sicuramente un assaggio. E questo assaggio dice che sono da seguire con attenzione perché potrebbero riservare molta buona musica. “I Ain’t” lascia spazio all’attitudine punk con buoni risultati.

Sono svizzeri, ma il loro sound è internazionale, sarà per la formazione e le esperienze pregresse dei membri del gruppo. La parte rock è bella e su questi spunti dovranno concentrare le loro energie per acquisire maggior spazio e riconoscimenti. L’ascolto è piacevole, ma penalizzato dai brani meno forti. Complessivamente promossi, ma con un punto di domanda che più di perplessità è di curiosità e attesa per le prossime produzioni.

01. What You Realize
02. Figure It Out
03. Blind
04. 24_7
05. Rise
06. Another Lie
07. Come Clean
08. I Ain’t
09. The Edge
10. Mary

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

Autore:

staff