“Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –   Post Malone, pubblicato il nuovo singolo “Pour Me A Drink” feat. Blake Shelton –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Bari In Jazz 2024, XXI Edizione –   Spaesaggi Festival 2024, II Edizione –   “Un uomo qualunque”, il nuovo singolo di Giovane Giovane –   Mumo Festival – II edizione –   HOLY SHiRE, fuori il nuovo album “Invincible” –   Manca pochissimo al LARS ROCK FEST 2024 –   Post Malone, pubblicato il nuovo singolo “Pour Me A Drink” feat. Blake Shelton –  

BLOC PARTY: “Hymns”

BLOC PARTY

HYMNS

È ascoltabile in streaming QUI

In uscita il 29 gennaio 2016 su Infectious Music / BMG

 

01. The Love Within

02. Only He Can Heal Me

03. So Real

04. The Good News

05. Fortress

06. Different Drugs

07. Into The Earth

08. My True Name

09. Virtue

10. Exes

11. Living Lux

12. Eden (deluxe edition bonus track)

13. Paradiso (deluxe edition bonus track)

14. New Blood (deluxe edition bonus track)

15. Evening Song (deluxe edition bonus track)

 

 

HYMNS è una rinascita per i Bloc Party. Dopo 16 anni, innumerevoli premi, tour mondiali e quattro album in studio, Kele Okereke e Russell Lissack riprendono da dove tutto è cominciato.

 

“I Bloc Party nascono da me e Kele, scrivevamo le canzoni insieme, poi abbiamo trovato altri componenti e da lì tutto è cresciuto. Sembra che sia successo di nuovo”, afferma Russell.

Russel e Kele hanno ricominciato a scrivere insieme nel 2014, e successivamente si sono aggiunti i due nuovi membri che hanno reso i Bloc Party nuovamente un quartetto: il bassista Justin Harris, che la band aveva già incontrato con i Menomena, gruppo indie rock di Portland, e il batterista Louise Bartle, una ventunenne che hanno scoperto su YouTube, e che “ci ha sconvolti. È bello avere qualcuno in grado di portare l’energia delle prime volte. Ci ha reso tutti entusiasti di andare avanti. “

 

Come suggerisce il titolo, il quinto album dei Bloc Party parla di fede e devozione, ma non si tratta di un’epifania religiosa, insiste Kele. “Sono cresciuto in una famiglia religiosa quindi conosco perfettamente l’immaginario, ma non sono Cristiano.” Invece l’idea è nata dopo aver assistito ad un incontro con l’autore Hanif Kureishi, che Kele ammira da quando era a scuola, al Southbank Centre di London. L’autore di My Beautiful Laundrette e Intimacy parlava di arte evangelica e di quanto essa sia fuori moda. “Mi colpì molto perché ho sempre creduto che la musica avesse avuto origine in un luogo religioso. La prima musica che io abbia mai sentito erano gli inni a scuola. E così ho iniziato a chiedermi: se avessi fatto musica con una dimensione spirituale, che fosse sacra per me e per le cose che ritenevo importanti, come l’avrei fatta?”

 

Il risultato è un album di una band in crescita e cambiamento, ma anche più libera. HYMNS segna un nuovo inizio per i Bloc Party anche dal punto di vista sonoro, con Kele e Russell che sperimentano suoni e approcci mai esplorati in precedenza.

 

 

I Bloc Party sono:

Kele Okereke (voce, chitarra), Russell Lissack (chitarra), Justin Harris (basso) e Louise Bartle (batteria).

Autore:

staff