Gli A Place To Bury Strangers annunciano il nuovo album “Synthesizer” e il nuovo singolo / video “Disgust” –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –   Gli A Place To Bury Strangers annunciano il nuovo album “Synthesizer” e il nuovo singolo / video “Disgust” –   A Viareggio arriva il VEGAS COMETE FESTIVAL il 10 agosto –   Discoverland in tour con Niccolò Fabi –   Prosegue il tour estivo di …A TOYS ORCHESTRA: le date –   I Soft Play tornano con HEAVY JELLY –   I SUUNS hanno annunciato l’uscita del nuovo album The Breaks –   Stick to Your Guns, una data a Bologna! –   “Come voi” è il primo estratto del nuovo album di 1989 –  

Talco firmano l’inno del Barcellona

Talco firmano l’inno del Barcellona

I Tifosi del Barcellona scelgono un brano degli italianissimi Talco come inno propiziatorio della vittoria della Champions League, battendo Jovanotti.

 

Sono gli italianissimi Talco ad aver vinto il contest organizzato dalla radio spagnola RAC1, con la loro canzone “La Torre”, che ora, dopo aver battuto in finale con l’80% di gradimento Jovanotti e la sua “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang”, diventerà il vero e proprio inno dei tifosi del Barcellona nel cammino verso l’auspicata finale di Champions League. Tra gli altri artisti in concorso spiccano i nomi di Lucio Dalla, Lunapop, Persiana Jones, Dargen D’Amico ed Entics. Un pregio per una band con esperienza decennale che ha portato i Talco al Fuji Rock in Giappone, passando per le 15.000 persone di Praga, i 22.000 allo stadio St. Pauli in Germania e i sold out della Sala Apollo di Barcellona: tutte esperienze che li hanno preparati a Silent Town: un album maturo che ha conquistato anche il pubblico italiano, con date ancora una volta sold out in tutta Europa.

Il 6 novembre è uscito “Silent Town” (Kasba Music, 2015), il nuovo concept-album che chiude una trilogia iniziata  con “La Cretina Commedia” e “Gran Galá”. 12 brani che combinano tutte le esperienze vissute dai Talco in questi anni. Un suono potente che richiama ad  un ritorno alle origini di “Combat Circus” con colori klezmer a la “Mazel Tov”, testi cantautoriali in linea con “La Cretina Commedia”, e la melodia di “Gran Galà”, che si inserisce specialmente nelle liriche, portando un’ulteriore evoluzione allo stile ormai consolidato del combo di Marghera. Si tratta di un disco che la band stava attendendo da molto tempo per ritornare alla potenza delle origini, con uno spirito più maturo che si fa forte delle esperienze che hanno aiutato negli anni i Talco a confermarsi come uno dei gruppi ska-punk più famosi d’Europa.

Ed è proprio da “Gran Galá” che si riparte, con una  compagnia di naufraghi guidata da una vecchia – stravagante nella sua follia e perseguitata da allucinazioni inquietanti – che, sulla via di casa, si imbatte in un paese mai incontrato prima, ma da attraversare per raggiungere la tanto agognata casa. Tra il reale e il grottesco, in mezzo ad incredibili eventi, destini difficili da accettare, ricordi che svaniscono e segreti che affiorano, il cammino porterà la compagnia ad incontri ed esperienze che cambieranno per sempre la loro vita e le decisioni della vecchia, sempre più circondata da un invisibile pericolo e un dilemma irrisolvibile: perché tutto sparisce?

Silent Town segna il ritorno dei Talco, con una storia tratta dal libro omonimo scritto dal cantante Dema: un’avventura iniziata per gioco, diventata poi base di un nuovo progetto che racconta metaforicamente la storia di un paese, ormai da troppi anni, devastato, ma che persevera nei propri errori. Si passa da tematiche molto dirette e impegnate ad una critica alle mode e ai costumi, il tutto in un piano più generale di denuncia contro un abbassamento culturale e morale che ha attecchito nei più svariati campi della società, da quello politico e storico, ad un piano più etico, artistico,  musicale.
Un continuum di tematiche care alla band inserito in un universo nuovo, quello di una città apparentemente silenziosa e dimenticata, e per questo con un’aura di mistero attorno a sè: Silent Town!!!

Il disco è stato registrato da Marc Boria Gòmez, nel febbraio 2015, presso il “Waterland Studio” di Venezia. Mixato e masterizzato sempre da Marc Boria Gòmez presso “Estudi Labedoble” di Terrassa (Cat). Perchè tutto sparisce? Benvenuti a Silent Town!

Autore:

Cinzia